Quale hard disk esterno scegliere per l’Xbox One? Recensioni, costo

1
2
3
4
5
WD 3TB Elements Portable, Hard Disk Esterno Por...
Toshiba HDTB120EK3CA HDD Esterno 2,50 Pollici, ...
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk ...
Toshiba HDTB310EK3AA Canvio Basic HDD Esterno, ...
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk ...
WD 3TB Elements Portable, Hard Disk Esterno Portatile, USB 3.0
Toshiba HDTB120EK3CA HDD Esterno 2,50 Pollici, USB 3.0, 2000 GB, Autoalimentato, Nero
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk Esterno, USB 3.0, 1.5 TB, Nero
Toshiba HDTB310EK3AA Canvio Basic HDD Esterno, 1 TB, 2.5 ", USB 3.0, Nero
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk Esterno, USB 3.0, 3 TB, Nero
Capienza9.3
Ingombro9.4
Compatibilità8.9
Velocità di Processo9.1
Qualità-Prezzo9.3
Capienza9.2
Ingombro9.3
Compatibilità8.5
Velocità di Processo9.2
Qualità-Prezzo9.6
Capienza9.1
Ingombro9.5
Compatibilità8.8
Velocità di Processo9.2
Qualità-Prezzo9.4
Capienza8.9
Ingombro9.1
Compatibilità8.8
Velocità di Processo9.2
Qualità-Prezzo9.8
Capienza9.5
Ingombro9.4
Compatibilità8.7
Velocità di Processo9.2
Qualità-Prezzo9
9.4/10
9.2/10
9.2/10
9.2/10
9.2/10
WD 3TB Elements Portable, Hard Disk Esterno Portatile, USB 3.0
WD 3TB Elements Portable, Hard Disk Esterno Portatile, USB 3.0
9.4/10
Toshiba HDTB120EK3CA HDD Esterno 2,50 Pollici, USB 3.0, 2000 GB, Autoalimentato, Nero
Toshiba HDTB120EK3CA HDD Esterno 2,50 Pollici, USB 3.0, 2000 GB, Autoalimentato, Nero
9.2/10
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk Esterno, USB 3.0, 1.5 TB, Nero
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk Esterno, USB 3.0, 1.5 TB, Nero
9.2/10
Toshiba HDTB310EK3AA Canvio Basic HDD Esterno, 1 TB, 2.5 ", USB 3.0, Nero
Toshiba HDTB310EK3AA Canvio Basic HDD Esterno, 1 TB, 2.5 ", USB 3.0, Nero
9.2/10
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk Esterno, USB 3.0, 3 TB, Nero
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk Esterno, USB 3.0, 3 TB, Nero
9.2/10

Xbox One è la consolle che Microsoft ha lanciato a novembre 2013 e fa parte dell’ottava generazione di piattaforme da gaming. Dopo diverse versioni uscite dopo la prima storica del 2002, Microsoft ha apportato numerose migliorie a quella che è tuttora una delle consolle più usate del mondo.

 

Xbox One: inizio in salita

Microsoft Xbox One, presentata ufficialmente all’Electronic Entertainment Expo 2013 (E3) di Los Angeles in California e all’Xbox Reveal di Redmond a inizio estate del 2013, ha avuto un inizio difficile. Equipaggiata con una CPU con due moduli da quattro core ciascuno per un totale di otto ore a 64 bit, ha una memoria RAM DD3 da 8 GB di cui 3 usati per il sistema operativo.

La consolle supporta la risoluzione 4K, legge dischi Blu ray ed ha un’uscita audio surround 7.1.

Agli inizi montava semplicemente un hard disk da 500 GB, decisamente insufficiente per le applicazioni e i giochi moderni. A partire dal 2014 Microsoft ha rilasciato un aggiornamento del firmware per consentire il collegamento di hard disk esterni USB 3.0 ed aumentare così la capienza.

Gli inizi non sono stati semplici, perché gli utenti non hanno gradito per niente l’obbligo di rimanere connessi a Internet e soprattutto quello di registrare on-line i giochi. La battaglia con la PlayStation 4 è stata ardua, ma alla fine la consolle di Microsoft ha venduto ad oggi oltre 43 milioni di unità.

Il successo è stato determinato proprio dalla possibilità di collegarsi su Internet, in modo da vedere contenuti in streaming e dirette di film e canali a pagamento. Non per nulla il nome Xbox One significa All in One, proprio perché è stata pensata per un uso multiplo e l’applicazione Premium Play lo dimostra.

Firmware nuovo, vita nuova

A partire da novembre 2014 il nuovo firmware ha permesso il collegamento di hard disk esterni. La capienza di 500 GB era davvero poca con i nuovi titoli usciti e lo spazio in continuo esaurimento.

Attualmente si possono collegare a Xbox One hard disk esterni con almeno 128 GB di capienza e interfaccia USB 3.0.

La banda di 300 Mb/s è oltre il doppio di quella che permettono i drive da 5.400 RPM e oggi la gamma degli hard disk con queste caratteristiche è veramente molto ampia. Alla consolle si possono connettere sia tradizionali hard disk meccanici che unità di memoria a stato solido SSD o HDD ibridi.

Le fasce di prezzo sono abbastanza variegate, ma la capienza consigliata è almeno 1 TB. Andare oltre i 3-4 TB non ha senso, perché in uno spazio del genere ci stanno moltissimi giochi e partite memorizzate. Le comodità di un archivio di storage esterno sono tante, a partire dalla possibilità di installarci più titoli sofisticati e mangia spazio.

Qualora si desideri giocare con la piattaforma di un amico basta staccare l’hard disk esterno e collegarlo ad un’altra Xbox One, ma i vantaggi non si fermano qui. Basti pensare ai contenuti on-line come film e trasmissioni a pagamento: si possono registrare sul disco esterno e riguardarli in tutta calma quando si vuole.

La registrazione degli streaming dei giochi si è espansa notevolmente negli ultimi tempi e con la consolle si possono trasmettere direttamente su YouTube.

Collegare un hard disk esterno alla consolle

Sono tante le caratteristiche implementate da Xbox One e si può veramente considerare una piattaforma All in One, adatta a tutti gli usi. Memorizzare i contenuti sull’hard disk esterno è molto facile ed è possibile anche predisporlo al salvataggio diretto di ogni nuovo gioco installato.

Come fare? Innanzitutto bisogna dotarsi di un hard disk esterno adeguato, ossia con capacità minima di 128 GB e connessione USB 3.0. Il secondo passo è collegarlo alla consolle e accenderla. Solitamente i device esterni vengono riconosciuti subito e si capisce mediante un popup che invita a formattarli.

Qualora non dovesse accadere bisogna andare nelle impostazioni presenti al menu Sistema, Impostazioni, Sistema, Archivio.

La schermata dovrebbe mostrare il nuovo hard disk collegato, quindi bisogna cliccare sulla voce Formattazione per giochi e app e far partire la procedura. Il sistema memorizza direttamente i nuovi contenuti sull’hard disk interno ma il wizard guidato permette di cambiare il percorso con quello esterno.

Questa soluzione si può modificare in un secondo momento ma è consigliabile farlo subito perché tanto i 500 GB della memoria interna si esauriranno ben presto bloccando il salvataggio di qualsiasi altra cosa. Una volta pronto, il nuovo dispositivo sarà in grado di accogliere tutti i contenuti da quello interno e lo si può fare subito oppure attendere che lo spazio si esaurisca.

Applicazioni, giochi e partite si possono copiare o trasferire, così da liberare lo spazio del disco rigido di sistema. L’unica cosa che non si può spostare è il sistema operativo.

I prezzi degli archivi portatili

Le caratteristiche necessarie che deve avere un hard disk esterno per funzionare con la consolle Microsoft Xbox One sono minimali. La scelta di archivi portatili è molto ampia ed è preferibile partire da 1 TB di capienza.

Gli hard disk esterni autoalimentati da 1 TB e sono moltissimi e hanno un prezzo minimo di 50 euro per un device di marca garantito due o tre anni. Per spendere ancora meno si può optare per un hard disk esterno da 3.5 pollici che, a parità di capienza, costa poco.

Ci vuole una presa di corrente per alimentarlo ed è meno pratico di uno autoalimentato, ma per il resto va benissimo ed i prezzi per 1 TB partono da 30 euro.

Un hard disk esterno da 2 TB autoalimentato con interfaccia USB 3.0 costa almeno 60 euro oppure 80 euro quelli più piccoli e maneggevoli. Un archivio con le stesse caratteristiche e capacità ma da 3.5 pollici e alimentazione di rete costa almeno 70 euro.

Perché di più? Perché ha velocità di 7.200 RPM a fronte dei 5.400 di quelli da 2.5 pollici.

Per spendere meno ci sono i dispositivi da 320 GB che costano 25 euro, ma con pochi euro in più si compra un archivio che durerà assai più tempo. Le SSD sono velocissime e installarne una migliora le performance di tutto il sistema, tuttavia per comprarla da 500 GB di capienza non bastano 250 euro.

Chi ha bisogno di tanto spazio può comprare un dispositivo di storage esterno da 4 TB: portatile costa 115 euro e alimentato dalla corrente 105 euro.


Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

6652 9311 7601 7275 7117 8649 6575 7555 6485 9393
Back to top
Hard Disk Esterno