Hard disk esterno per Gopro: quale scegliere? Info, costi, articoli

1
2
3
4
5
WD Elements Hard Disk Esterno, Portatile, USB 3...
Toshiba HDTB110EK3BA STOR.E BASICS 2.5 pollici...
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk ...
Toshiba HDTB310EK3AA Canvio Basic HDD Esterno, ...
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk ...
WD Elements Hard Disk Esterno, Portatile, USB 3.0, 3 TB, Nero
Toshiba HDTB110EK3BA STOR.E BASICS 2.5  pollici, 1 TB,  USB 3.0, Nero opaco
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk Esterno, USB 3.0, 1.5 TB, Nero
Toshiba HDTB310EK3AA Canvio Basic HDD Esterno, 1 TB, 2.5 ", USB 3.0, Nero
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk Esterno, USB 3.0, 3 TB, Nero
Capienza9.3
Ingombro9.4
Compatibilità8.9
Velocità di Processo9.1
Qualità-Prezzo9.3
Capienza8.6
Ingombro8.9
Compatibilità9
Velocità di Processo9.5
Qualità-Prezzo9.8
Capienza9.1
Ingombro9.5
Compatibilità8.8
Velocità di Processo9.2
Qualità-Prezzo9.4
Capienza8.9
Ingombro9.1
Compatibilità8.8
Velocità di Processo9.2
Qualità-Prezzo9.8
Capienza9.5
Ingombro9.4
Compatibilità8.7
Velocità di Processo9.2
Qualità-Prezzo9
9.4/10
9.2/10
9.2/10
9.2/10
9.2/10
WD Elements Hard Disk Esterno, Portatile, USB 3.0, 3 TB, Nero
WD Elements Hard Disk Esterno, Portatile, USB 3.0, 3 TB, Nero
9.4/10
Toshiba HDTB110EK3BA STOR.E BASICS 2.5  pollici, 1 TB,  USB 3.0, Nero opaco
Toshiba HDTB110EK3BA STOR.E BASICS 2.5 pollici, 1 TB, USB 3.0, Nero opaco
9.2/10
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk Esterno, USB 3.0, 1.5 TB, Nero
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk Esterno, USB 3.0, 1.5 TB, Nero
9.2/10
Toshiba HDTB310EK3AA Canvio Basic HDD Esterno, 1 TB, 2.5 ", USB 3.0, Nero
Toshiba HDTB310EK3AA Canvio Basic HDD Esterno, 1 TB, 2.5 ", USB 3.0, Nero
9.2/10
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk Esterno, USB 3.0, 3 TB, Nero
Western Digital WD Elements Portable Hard Disk Esterno, USB 3.0, 3 TB, Nero
9.2/10

Sicuramente il nome Gopro sarà familiare a moltissime persone perché se ne parla sempre più spesso. Tanti però non ne conoscono perfettamente il significato e quest’articolo si propone di illustrare tutte le potenzialità che hanno le Gopro. Si possono equipaggiare con un hard disk esterno per memorizzare fotografie e filmati. Ma andiamo con ordine e cominciamo a spiegare il significato della parola Gopro.

 

La storia di Gopro

Gopro è il nome di un’azienda californiana che vende videocamere e fotocamere. Non si tratta di apparecchi come gli altri perché sono progettati per fare foto e riprese in condizioni estreme. Molti avranno visto video mozzafiato fatte dalle mountain-bike durante discese vertiginose, bene, sono state fatte grazie e una Gopro sulla bicicletta o sulla testa.

Queste fotocamere sono anche impermeabili e sono diventate molto famose per essere montate sui droni.

Le riprese spettacolari dall’alto che talvolta si vedono nei film o nei documentari sono fatte proprio con droni e Gopro. Il marchio Gopro è stato fondato nel lontano 2002 da Nick Woodman durante una vacanza in Australia, quando rimase affascinato dai surfisti. I filmati fatti dalla spiaggia oppure da una moto d’acqua nel bel mezzo dell’azione erano ben diversi.

Per questo motivo gli venne in mente di sviluppare un progetto per creare fotocamere e videocamere adatte a riprendere ambienti sportivi e di avventura estremi. L’idea era di filmare tutto dall’interno, in modo da far sentire lo spettatore nel mezzo dell’azione. Il primo modello di Gopro è stato lanciato nel 2004 ma non era particolarmente performante.

Negli anni seguenti Gopro ha avuto una crescita esponenziale fino a inventare il primo modello di fotocamera digitale che ha fatturato più di 2 milioni di dollari. Dal 2016 l’azienda è diventata molto attiva nel mercato dei droni e durante il recente passato ha avuto un momento di crisi perché molti altri colossi dell’elettronica si sono lanciati nel mercato delle action cam.

Nonostante la concorrenza sia divenuta spietata, quando si dice Gopro tutti capiscono che si tratta di fotocamere per ambienti estremi. Molti non sanno neanche che è il nome di un’azienda ma pensano che identifichi un tipo particolare di fotocamere o videocamere.

I modelli immessi sul mercato sono stati molti e il grande successo si è avuto anche grazie al fatto che non sono particolarmente costosi. Purtroppo una scelta così vasta può creare confusione nei neofiti ma per riuscire a capire quale sia migliore da comprare basta conoscere alcuni termini essenziali.

Le Gopro hanno prezzi molto diversi, così come gli accessori disponibili acquistabili a parte o in bundle con l’apparecchio. Per scegliere una fotocamera Gopro bisogna valutare l’equipaggiamento ottico. I modelli di fascia bassa e media hanno obiettivi grandangolari e sono in grado di fare buone riprese anche quando c’è poca luce.

I modelli di fascia alta hanno una qualità dell’immagine molto più nitida e fanno ottime riprese in condizioni di scarsa luminosità.

La potenza di una Gopro si quantifica con il numero pixel che la fotocamera è in grado di catturare. Ovviamente più è alto e migliore sarà la qualità. Il campo visivo è un’altra variabile da calcolare e viene spesso abbreviato con FOV, dall’inglese Field Of View. Rappresenta la quantità di spazio che è in grado di abbracciare la videocamera.

I modelli migliori hanno campi visivi ultra larghi e SuperView, mentre quelli economici solamente medi e larghi. I modelli più avanzati di Gopro possono registrare video in 4K, ossia con 3840 × 2160 pixel.

Gopro e memorizzazione

Un altro parametro per valutare una Gopro è l’impermeabilità. Suono tutte in grado di resistere fino a 10 metri di profondità ma hanno funzioni ben diverse. I modelli più avanzati hanno il GPS incorporato e possono dunque inserire le coordinate geografiche nei filmati e nelle foto che fanno.

Vi sono molti altri fattori che descrivono le Gopro ma sono perlopiù riservati agli esperti e ai professionisti.

Chi si avvicina per la prima volta al mondo delle riprese in movimento può accontentarsi di un modello medio che costa circa 170 euro. Una Gopro del genere ha schermo HD IPS touchscreen da 2 pollici, visione grandangolare di 150 gradi, risoluzione 4K/30fps, comandi vocali, Wireless e Bluetooth. Le Gopro memorizzano tutto ciò che registrano su una SD interna ma si possono salvare immagini e filmati anche su un hard disk esterno.

Considerando che hanno la connessione Wireless è molto meglio comprare un drive senza fili, in modo da tenerlo vicino alla fotocamera senza vincoli di cavi e connessioni varie. Qualora si decidesse di equipaggiare la propria action cam con una micro SD più capiente bisogna che abbia dei requisiti particolari e non sia un oggetto qualunque.

Lo stesso discorso vale per un hard disk esterno Wi-Fi, ma andiamo con ordine e cominciamo a vedere quale SD sia migliore per la Gopro. Tra parentesi molti hard disk esterni Wi-Fi hanno uno slot per inserire la SD.

Micro SD per Gopro

Le micro SD sono tutte diverse tra loro e non solo per la capienza. Anche le velocità di lettura e scrittura cambiano da un modello all’altro. Bisogna fare attenzione perché la memory card non deve essere troppo capiente o troppo poco per la potenza della Gopro. Inoltre deve essere sufficientemente veloce per riuscire a memorizzare tutti i contenuti catturati dalla fotocamera.

Come si fa a scegliere una micro SD adatta alla Gopro?

Innanzitutto deve avere una capienza massima di 128 GB. A seconda dei modelli le SD di compatibili sono diverse ma devono essere tutte di classe 10, cosa significa? Vuol dire che la velocità garantita è di 10 MB/s, che è il minimo indispensabile per registrare filmati in Full HD. Altre SD di classe 2 scrivono i dati ad una velocità di 2 MB/s, quelle di classe 4 a 4 MB/s e così via.

Alcuni modelli più vecchi di Gopro supportano capienza massima di 32 o 64 GB e queste informazioni sono contenute nelle istruzioni. Sono importanti perché mettendo una SD troppo capiente c’è rischio di perdere tutti i dati salvati. Molto meglio avere parecchie SD di dimensioni contenute anche per tenere più in ordine le registrazioni.

Le aziende si sono attrezzate e molte inseriscono tra le caratteristiche della micro SD il logo Gopro, che però non è necessario perché altre che non ce l’hanno funzionano altrettanto bene.

Hard disk esterni per Gopro

Una SD viene identificata anche per il componente che gestisce lo scambio di dati, altrimenti chiamato BUS. La velocità di trasmissione dei flussi di dati sul BUS si misura in classi, che possono essere di tipo U1, U2, U3. Sono in grado di assicurare una velocità di scrittura minima rispettivamente di 10 MB/s, 20 MB/s o 30 MB/s.

Per i video 4K ci vogliono schede U3. Talvolta nelle schede si vede un altro parametro, A1, che sta a significare che sono ottimizzate per Android. Una scheda SD nella Gopro è indispensabile e per i modelli di base è sufficiente investire 20 euro in una micro SD da 32 GB con adattatore. L’adattatore è importante perché permette di inserirla nello slot di un hard disk esterno.

Abbiamo detto nei precedenti paragrafi che è consigliabile un hard disk esterno Wireless. Questi dispositivi hanno quasi sempre uno slot dove mettere la scheda di memoria. Inserendola lì dentro si potranno passare tutti contenuti nell’hard disk e poi rimetterla pulita dentro alla Gopro.

I tipi di HDD Wi-Fi idonei a fare questa operazione sono moltissimi ed hanno un prezzo medio di 200 euro per una capienza di 500 GB.

Naturalmente sono più costosi di quelli cablati ma offrono innumerevoli vantaggi tra cui quello di poterci inserire una scheda SD. Qualora lo spazio fosse più grande della micro SD basta metterla nell’adattatore che sicuramente sarà incluso con la scheda.

Come fare?

Si possono memorizzare i contenuti dalla Gopro direttamente dentro l’hard disk senza passare dalla scheda SD o dal computer, ma come bisogna fare? Tanto per cominciare occorre un hard disk esterno Wireless oppure, per chi può permettersela, una unità di memoria a stato solido senza fili.

Gli hard disk esterni Wi-Fi sono più robusti degli altri, costano di più però offrono prestazioni migliori e soprattutto la possibilità di memorizzarci al volo i file. Vi sono diversi trucchi per passare i contenuti della Gopro direttamente nell’hard disk esterno senza passare dal computer o muovere la SD interna.

Il più semplice di tutti è munirsi di un Hub USB, preferibilmente con la connessione USB Type C. Si tratta di un oggetto che può avere un numero diverso di porte, con 6 porte costa 30 euro e con 10 porte 50 euro.

Bisogna inserire la SD nello slot e collegare l’hard disk esterno per fare il trasferimento senza bisogno di usare software o computer.

Video tutorial

In questo video viene illustrata la procedura per trasferire i dati dalla SD all’hard disk o viceversa senza bisogno di un computer, mediante l’apparecchio sopra descritto. Questo metodo è comodo quando si ha un hard disk esterno non Wireless.


Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

6652 9311 7601 7275 7117 8649 6575 7555 6485 9393
Back to top
Hard Disk Esterno